Home > Sostenibilità > La nostra responsabilità
La nostra responsabilità

Ogni società non è solo patrimonio degli azionisti, ma è un organismo sociale che interagisce quotidianamente con una pluralità di soggetti e con la Comunità di riferimento. Essere pienamente consapevoli di questa dimensione "pubblica" vuol dire assumere la responsabilità del proprio operato e perseguire uno sviluppo in grado di garantire un equilibrio tra gli obiettivi economici, ambientali e sociali.

Da sempre la missione di MM è dotare Milano e l’hinterland di infrastrutture e servizi per garantire un “futuro alla comunità”. La declinazione di Responsabilità Sociale d’Impresa è quindi strettamente connaturata a quello che fa MM e a chi è il suo azionista, ovvero il Comune di Milano, che rende l’azienda pubblica al 100%.

Nella ferma convinzione che la CSR (Corporate Social Responsibility) diventi un valore aggiunto quando è strumento e non obiettivo, quindi quando diventa un modo di fare le cose, MM svolge la propria attività industriale prestando la massima attenzione allo sviluppo economico e sociale della collettività, investendo nel capitale umano, nella conoscenza, nel rispetto dell’ambiente, nella certificazione di tutti i passaggi procedurali e nei rapporti con il territorio in cui opera.

Nel definire la strategia di sostenibilità MM ha messo in relazione ogni area di attività – ingegneria del trasporto pubblico, Servizio Idrico Integrato e gestione del patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica – con i rispettivi impatti ambientali e sociali, identificando le azioni di miglioramento e integrando l’analisi con valutazioni sulle pratiche e le condizioni di lavoro del proprio personale, compreso il tema della salute e sicurezza sul luogo di lavoro.

I principi che governano lo sviluppo sostenibile di MM sono illustrati nel Bilancio di sostenibilità, il documento con il quale l’Azienda comunica periodicamente gli esiti della propria attività, non limitandosi ai soli aspetti finanziari e contabili, ma comprendendo anche le politiche sociali e ambientali messe in atto. Il Bilancio attesta la dimensione sociale di MM, dando evidenza dei benefici prodotti verso tutti i soggetti direttamente o indirettamente coinvolti dall’operato aziendale.

MM sta inoltre promuovendo incontri con gli stakeholder per condividere la strategia di sostenibilità, i risultati ottenuti e le prospettive di miglioramento, così da raccogliere commenti e suggerimenti e allineare le percezioni alle attese. Oltre ad aggiornare l’analisi di materialità, integrando la rilevanza dei temi espressa da MM con quella degli stakeholder, questi workshop servono anche per confrontarsi su alcuni aspetti specifici legati alle modalità di erogazione dei servizi, sulle attività di comunicazione realizzate dall’Azienda e su progetti speciali anche in tema di ricerca e sviluppo, allargando il coinvolgimento degli stakeholder in un percorso sempre più partecipato.

 

Vela di MM
La nostra responsabilità
“Il rapporto con gli stakeholder è al centro del nostro operato: abbiamo bisogno di feedback costanti per allineare le nostre percezioni alle attese”
Bilancio Sociale 2016
1° Workshop Multistakeholders

MM ha avviato un percorso di dialogo aperto e trasparente sui temi dello sviluppo sostenibile, che prevede il coinvolgimento attivo dei propri interlocutori sul territorio per raccogliere spunti e suggerimenti sulle attività aziendali e sulle performance economiche, ambientali e sociali.

In questo primo appuntamento, al quale hanno partecipato rappresentanti di istituzioni, enti, aziende, associazioni, media, mondo universitario ed esperti di corporate social responsibility, l’obiettivo è stato quello di condividere la strategia aziendale nel campo della sostenibilità per poi confrontarsi sull’analisi dei temi materiali rilevanti. Agli stakeholder è stato chiesto di esprimere il loro parere in merito alla rilevanza dei temi materiali individuati da MM, ovvero quei temi che hanno o che potrebbero avere un impatto sulle azioni e sulle decisioni aziendali, assegnando maggiore o minore priorità ad ognuno di essi e suggerendo eventuali integrazioni alla lista degli argomenti che vorrebbero fossero trattati all’interno del Bilancio.